Menu
La responsabilità sociale diventa impresa
Socialmente responsabili, concretamente attivi / Progetto Sprar

Progetto SPRAR

Ecosviluppo collabora con il sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati

Collaboriamo da anni con il progetto SPRAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati – legge n°189/2002) il primo sistema pubblico per l’accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati, diffuso su tutto il territorio italiano, con il coinvolgimento delle istituzioni centrali e locali, secondo una condivisione di responsabilità tra Ministero dell’Interno ed enti locali.

I progetti territoriali dello SPRAR sono caratterizzati da un protagonismo attivo, condiviso da grandi città e da piccoli centri, da aree metropolitane e da cittadine di provincia. A differenza del panorama europeo, in Italia la realizzazione di progetti SPRAR di dimensioni medio-piccole – ideati e attuati a livello locale, con la diretta partecipazione degli attori presenti sul territorio – contribuisce a costruire e a rafforzare una cultura dell’accoglienza presso le comunità cittadine e favorisce la continuità dei percorsi di inserimento socio-economico dei beneficiari.

Ecosviluppo collabora concretamente con i progetti SPRAR di Bergamo (gestito dal Consorzio Solco Città Aperta e Caritas Diocesana Bergamasca) e Levate (gestito dal Consorzio Solco Città Aperta e Fondazione Casa Amica) in una filiera di servizi ed in sinergia di obiettivi.

Da anni Ecosviluppo accoglie a rotazione presso la propria struttura operativa (con la mansione di operatore ecologico addetto alla raccolta differenziata rifiuti porta a porta) ragazzi ospiti del progetto SPRAR con la formula 6+6: sei mesi di tirocinio sovvenzionato in cui la cooperativa funge da ente ospitante e nel caso non ci siano stati particolari problemi, 6 mesi di contratto part time. Seguiamo i ragazzi, principalmente da un punto di vista lavorativo, per un anno, monitorando la loro capacità operativa che, abbiamo imparato con gli anni è sempre connessa con la capacità di integrarsi più in generale nel tessuto sociale. Ecosviluppo ha attivato 10 tirocini osservativi divenuti poi percorsi di assunzione diretta.

A fine del 2018 risultano quattro i ragazzi “SPRAR” tra i nostri dipendenti, di cui due a tempo indeterminato.

Dati aggiornati al 2018